Serie A, Spal-Fiorentina 1-3: Duncan, D’Alessandro, Kouame e Pulgar su rigore

, , Commenti disabilitati su Serie A, Spal-Fiorentina 1-3: Duncan, D’Alessandro, Kouame e Pulgar su rigore


Sconfitta troppo pesante per i ferraresi che si congedano dalla A dopo tre anni nel massimo campionato con la 28sima sconfitta stagionale dopo una partita dignitosa

dal nostro inviato Andrea Tosi

2 agosto
– FERRARA

Uno stacco imperioso di Kouame poco prima del recupero seguito da un rigore di Pulgar a sigillare il risultato regalano alla Fiorentina gli ultimi tre punti della stagione. L’attaccante ivoriano, subentrato a inizio ripresa, batte tutti in elevazione sull’angolo calibrato da Pulgar. Poi lo stesso centrocampista cileno chiude i conti dal dischetto per un fallo su Chiesa.

Fornace

—  

È un 1-3 troppo pesante per la Spal che si congeda dalla A dopo tre anni nel massimo campionato con la 28sima sconfitta stagionale dopo una partita dignitosa. Nella fornace del Mazza, la squadra ferrarese in maglia dorata gioca una partita vera contro la Fiorentina che sembra già appagata della sua stagione. Il ritmo è subito intenso a dispetto del caldo. La Spal avanza e cerca la porta di Terracciano. Un tiro di sinistro con parabola a scendere di Fares scheggia la parte superiore della traversa dopo un’incursione di D’Alessandro murata da Ceccherini. Ma dopo il “cooling break” è la Viola a passare con un fendente mancino di Duncan liberato al tiro da un assist di Chiesa: la conclusione in corsa del centrocampista ghanese, al primo sigillo con la squadra toscana, tocca il palo interno e s’insacca. Poco dopo Duncan, che deve avere un conto aperto con la Spal (quest’anno ha infilato la squadra di Di Biagio anche col Sassuolo) ci riprova al volo ma stavolta Thiam può bloccare il pericolo. La reazione spallina è immediata e frutta il pari di D’Alessandro con una spaccata volante su centro di Valoti. L’1-1 all’intervallo è giusto.

Ripresa

—  

Nella ripresa la Fiorentina accentua la pressione ma nemmeno col cambio delle punte riesce a ritrovare il vantaggio, Una conclusione di Chiesa viene respinta da Missiroli quasi sulla linea. Thiam fa buona guardia nelle uscite basse e alte. Cutrone, subentrato per l’evanescente Vlahovic, ha una buona occasione ma calcia debole tra le braccia di Thiam che ringrazia per tanto regalo. Poi il finale raccontato in testa. Kouame e Pulgar fanno il tris e la Fiorentina finisce la sua corsa nella parte sinistra della classifica.