PARLIAMO SULLE REGOLE DEL CALCIO

, , Commenti disabilitati su PARLIAMO SULLE REGOLE DEL CALCIO

È importante che parliamo delle regole del calcio, poiché essendo un gioco così comune e praticato dalle persone, è importante prestare attenzione alle condizioni in cui deve essere praticato in modo che tutto funzioni in perfetta armonia.
Alessandro Sensitivo ci dice che, secondo le regole legalmente stabilite per dare origine al gioco del calcio, sono le seguenti:
Il campo di gioco: all'interno del campo di gioco ci sono una serie di condizioni che devono essere eseguite rigorosamente in modo da poter essere pienamente rispettate, quindi:
All'interno delle dimensioni del campo dobbiamo tenere presente che deve essere un rettangolo con una lunghezza non superiore a 35 metri e non inferiore a 30 metri, nonché una larghezza non superiore a 25 metri e non inferiore a 20 metri.
Ora, secondo questo, il gioco sarà contrassegnato da linee visibili che saranno larghe 8com e non possono essere inferiori a 5 cm, le linee più lunghe sono chiamate lince e quelle più corte sono chiamate meta . Al centro una linea viene tracciata da una banda all'altra e proprio in tutto il centro, è contrassegnata da un cerchio con un raggio di 2 cm.
Allo stesso modo, viene segnata l'area di rigore, che si estende ad ogni estremità del campo a 8 m di distanza dalla linea di porta in parallelo con essa, formando l'area di porta e di rigore.
E infine, troviamo l'area del portiere, che è un'area di difesa per il portiere, quindi quando viene calciato il calcio d'angolo, nessuno dei giocatori può entrare in quest'area sottolineando che è totalmente proibito un calcio d'angolo da quest'area.

La palla: deve essere una palla sferica coperta di cuoio o di altro materiale approvato per la capacità del gioco, deve avere una circonferenza di 65 cm e il suo peso deve essere massimo di 340 grammi.
Questa sarà la palla che accompagna l'intero gioco, poiché può essere cambiata solo per motivi di danno o perdita nel campo di gioco, e tutto con l'autorizzazione dell'arbitro. Un altro fatto importante all'interno dello standard è che deve essere gonfiato in funzione della pressione atmosferica.

Numero di giocatori: la partita sarà composta da due squadre di massimo sei giocatori ciascuna, e il cambio di giocatori durante la partita è qualcosa che è concordato tra i campionati o le associazioni e che l'arbitro è informato di autorizzare il stesso.
 
Squadra dei giocatori: le squadre saranno differenziate dal particolare marchio di una camicia che porterà il nome della loro squadra, inoltre, l'uniforme regolamentare è, pantaloncini, calze, scarpe da ginnastica e devono essere capi di abbigliamento che non aumentano il pericolo per nessuno dei giocatori. Ora, il portiere è l'unico giocatore che indossa colori uniformi che lo distinguono dagli altri giocatori.

Arbitro: l'arbitro è colui che dirige e coordina ogni incontro, annuncia i falli e con esso decide se il punteggio della squadra avversaria era un goal o meno.

Giudici di linea: all'interno del gioco viene nominato un secondo giudice che sarà il supporto incondizionato dell'arbitro, aiutandolo a osservare ciascuno dei falli e annunciando gli errori che vengono effettuati.

Durata della partita: la partita di calcio si svolge in due tempi di 20 minuti ciascuno, fatta eccezione per un accordo con l'arbitro che riesce a prolungarlo un po 'di più, questo è generalmente utilizzato nel caso in cui nessuna squadra raggiunga i punteggi nel tempo stabilito .

Calcio d'inizio: all'inizio del gioco, il calcio d'inizio viene estratto con una moneta e la squadra che vince la decisione sulla moneta sarà quella che procederà al calcio d'inizio.

Falli ed errori: questi comprendono 9 falli che annunceranno al giocatore per renderli il vincitore triste di un cartellino giallo o rosso a seconda della grandezza del caso, motivo per cui, all'interno dei falli da evitare, c'è: calciare l'avversario , facendo scattare l'avversario, saltando sull'avversario, caricando violentemente l'avversario, colpendo l'avversario, tenendo l'avversario, spingendo l'avversario, in breve, tutto ciò che rappresenta un pericolo per l'avversario o una trappola nel gioco.

Essere in grado di osservare così, le norme essenziali, fondamentali per la comprensione del gioco del calcio, essendo solo quelle elementari, ovviamente, perché ci sono molte più norme che rendono totalmente chiaro che si tratta di un gioco di responsabilità e impegno, un'attività sportiva totalmente seria.