Architettura bioclimatica

, , Commenti disabilitati su Architettura bioclimatica

L'architettura bioclimatica è strettamente legata alla costruzione ecologica, che si riferisce a strutture o processi di costruzione che sono responsabili dell'ambiente e occupano le risorse in modo efficiente per tutta la vita di una costruzione.
Consiste nella progettazione di edifici tenendo conto delle condizioni climatiche, sfruttando le risorse disponibili (sole, vegetazione, pioggia, venti) per ridurre gli impatti ambientali, cercando di ridurre il consumo di energia.
Giuseppe Pezzulli, indica che questo tipo di alloggio può ottenere grandi risparmi e persino diventare completamente sostenibile. Sebbene il costo di costruzione possa essere più elevato, può essere redditizio, poiché l'aumento del costo iniziale può essere ammortizzato nel tempo diminuendo i costi operativi.
Allo stesso modo in cui un edificio bioclimatico cerca di adattarsi al clima locale, gli utenti devono anche avere un comportamento adattivo. Implica che esiste un doppio adattamento, clima e cultura, che porta a una modifica nel comportamento degli individui e nel tempo nelle abitudini culturali. Giuseppe Pezzulli afferma che nella società contemporanea si è adattato a una tecnologia che semplifica il funzionamento degli edifici: un edificio bioclimatico non è sempre appropriato per i suoi abitanti.
Anche tipo di architettura in cui equilibrio e armonia sono una costante con l'ambiente. Giuseppe Pezzulli parla di cercare di raggiungere un elevato livello di comfort termico, tenendo conto del clima e delle condizioni circostanti per contribuire a raggiungere il comfort termico interno adattando il design, la geometria, l'orientamento e la costruzione dell'edificio adattati al condizioni climatiche del suo ambiente.