- FINANZA

Nissan, nessun piano di scioglimento dell’alleanza con Renault



AUTOMOTIVE

I giapponesi smentiscono con un comunicato la notizia, diffusa da FT, di un addio all’alleanza con i francesi: è la base della nostra competitività

Nissan, nessun dietrofront nell’alleanza con Renault (Epa)

2′ di lettura

Nissan non ha alcuna intenzione di sciogliere l’alleanza con Renault e Mitsubishi Motors. La casa giapponese, con un comunicato, ha smentito le notizie diffuse dal Financial Times che parlavano di piani in questadirezione. «L’alleanza – si legge – è la base della competitività diNissan, ed è capace di generare una crescita redditizia a lungotermine». Lo sforzo di Nissan, prosegue la nota, è «continuarea ottenere risultati vantaggiosi per tutte le societàcoinvolte».

Altrettanto netta la dichiarazione del presidente RenaultJean-Dominique Senard: «L’alleanza Renault-Nissan non èmorta e lo dimostreremo presto. Quanto riportato da FT non ha alcun legame con l’attuale realtà dell’alleanza e mi chiedo l’origine diquesto tipo di informazioni. Non vorrei si trattasse di unatempesta perfetta studiata dolosamente a tavolino». Posizione, quest’ultima condivisa anche da Bruno Le Maire, ministro delle Finanze francese che definito «maliziose» le indiscrezioni su una rottura dei rapporti tra le due case automobilistiche.

«La Nissan non ha allo studio alcun piano per sciogliere l’alleanza con la partner Renault», sottolinea il comunicato del gruppo nipponico. «Nissan, Renault e Mitsubishi Motors hanno istituito il consiglio operativo dell’alleanza (Aob) nel marzo del 2019 con il principio, riaffermato lo scorso novembre, di continuare a migliorare le conoscenze comuni per gettare le basi sui futuri successi del gruppo».

La casa transalpina controlla il 43% della Nissan, mentre quest’ultima possiede appena il 15% dell’alleato francese, ma senza diritti di voto. La natura della relazione con la Renault, secondo molti analisti del settore, è lontana dall’essere chiarita.

Il futuro dell’alleanza era stato messo in dubbio dopo l’arresto del precedente numero uno di Nissan, Carlos Ghosn, detenuto in Giappone e protagonista di una spettacolare fuga dal carcere. Ghosn era stato fra le figure chiave per la tenuta dell’intesa fra le due case automobilistiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *